testa cane scatola
GEAPRESS – E’ stato salvato dall’ONG People for Animals (PFA), la più grande associazione indiana di Animal Welfare dedita al salvataggio e riabilitazione degli animali bisognosi in ben 26 ospedali.

Un cane che da alcuni giorni si aggirava con  la testa bloccata all’interno di un contenitore di plastica.

Il team di People for Animals, raggiunto il posto, ha individuato il cane che vagava spaventato ed ha provveduto a rimuovere il contenitore. In atto, vi era un forte temporale. Per fortuna, alla base del collo, era rimasto lo spazio necessario per fare entrare l’aria. Il cagnolino, una volta liberato, è stato prontamento soccorso.

Purtroppo casi di cani che rimangono incastrati in contenitori contenenti resti di cibo, sono molto diffusi anche in Italia. Latte, scatole ed altro scatolame, andrebbero sempre schiacciati nel momento in cui vengono eliminati. Questo anche quando si ritiene che lo smaltimento sia sicuro, come ad esempio all’interno di cassonetto adibito alla raccolta. Un cane randagio, potrebbe sempre rovesciarlo e venire in contatto con la lattina ancora contaminata di cibo.  In pericolo soprattutto la lingua, in molti casi rimasti incastrata, fino all’amputazione, tra le lame taglienti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati