capriolo ferito
GEAPRESS – Un nuovo capriolo ferito, soccorso dai volontari della Protezione Animali savonese che accusa quello che definisce il vuoto legislativo creato dalla Regione Liguria.

Si tratta di un maschio che ha riportato la frattura di entrambe le zampe a seguito dello scontro con un’auto in località Montezemolo, nel comune di Roccavignale (SV), ai confini con il Piemonte. I volontari lo hanno recuperato e portato da un veterinario specializzato in ungulati per le cure, forse se la caverà.

Secondo l’ENPA i caprioli, assenti in provincia da secoli, sono stati acquistati e liberati, dal 1980 in poi, da parte di gruppi di cacciatori per farne crescere il numero, a danno di agricoltori ed automobilisti, per poterli poi cacciare; il che è accaduto dal 1996 in poi. Il dito dell’ENPA è puntato contro il venuto meno obbligo, finora affidato agli ATC, di recuperare animali in difficoltà. Una modifica voluta dal Consiglio Regionale che, sempre ad avviso dell’ENPA, sarebbe favorevole ai cacciatori.

E così – conclude l’ENPA – l’impegno di soccorrerli, che spetta per legge alla Regione Liguria, viene ora garantito, a proprie spese e mezzi solo dall’ENPA, associazione onlus privata, fino a quando la giunta Toti non si degnerà di organizzarlo e sanare una vergognosa inadempienza”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati