capriolo sv
GEAPRESS – Ancora un capriolo gravemente ferito soccorso dall’ENPA di Savona. Ancora assenti, commenta la stessa associazione, le “istituzioni”. Il grosso maschio è stato probabilmente investito da un’auto nel corso della notte. Si è così trascinato prima di cadere a terra immobilizzato, al chilometro 8 della strada provinciale tra Dego e Giusvalla, nella Valle Bormida savonese.

La mattina seguente è stato notato da un automobilista di passaggio e recuperato dai volontari dell’ENPA. Il capriolo è stato subito trasportato da un veterinario specializzato il quale, constatandone purtroppo l’irreversibile agonia, gli ha praticato l’eutanasia.

I cacciatori liguri, afferma sempre la Protezione Animali di Savona, sono riusciti a fine 2015, grazie ad un consiglio regionale quasi tutto a loro favore, a far modificare le leggi liguri ed esentare gli Ambiti Territoriali di Caccia dal compito di recuperare gli ungulati feriti. L’obbligo è quindi rimasto alla Regione Liguria che ancora non lo ha colpevolmente organizzato.

Per evitare vergognose agonie di animali selvatici feriti, conclude la Protezionme Animali, intervengono a Savona soltanto i volontari dell’ENPA.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati