germani II
GEAPRESS – Si sta rivelando una strage di animali, quanto ormai da circa un mese sta avvenendo alla foci del Letimbro. Per l’ENPA di Savona, la moria di anatidi ed altri uccelli acquatici, sarebbe dovuta alle spore del botulino che possono essere presenti nelle acque stagnanti.

Dai dati raccolti dai volontari della Protezione Animali, subito intervenuti per soccorrere gli esemplari ancora vivi, sono stati colpiti quasi cento animali. Si tratta in gran parte di germani reali ma anche alcuni gabbiani comuni, gabbiani  reali e colombi. Fino ad ora i volontari sono riusciti a guarire 12 germani; attualmente sono in convalescenza e verranno reimmessi nel torrente, ovviamente quando l’emergenza sarà terminata.

Per questo l’ENPA ha commentato con favore la decisione della Giunta di attuare opere idrauliche di bonifica degli stagni colpiti e riossigenazione delle acque, anche se sarebbe stato necessario farlo con maggiore prontezza ed evitare quindi l’ecatombe che l’ENPA ed il volontario Flavio Fiumara avevano preannunciato da settimane.

E all’ENPA si pongono un’altra domanda.

Provincia e Comune hanno costituito alla foce del Letimbro un’oasi faunistica urbana. Per la Protezione Animali, però, non vi sarebbero stati interventi significativi. E’ quindi mai possibile che ai soggetti malati, feriti o intossicati debba sempre e soltanto pensare l’ENPA a proprie spese ?

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati