sarno cani
GEAPRESS – Si svolgerà stasera alle 20.00 la pacifica fiaccolata di protesta indetta dalle associazioni animaliste del comprensorio, difornte al canile divenuto oggetto del blitz  dal parlamentare pentastellato Paolo Bernini.

Tra le richieste degli organizzatori vi è quella di  misure cautelari urgenti nei confronti dei cani. Da rilevare come nel comunicato diffuso dalla LAV e dall’EITAL, è stato chiesto alla Magistratura proprio il sequestro della struttura. Il sopralluogo di venerdì pomeriggio, era stato eseguito dal Parlamentare e dagli esperti dell’EITAL intervenuti a seguito di una richiesta di aiuto locale.

Paolo Bernini è ormai molto noto per il suo impegno animalista. A fianco di numerose associazioni è intervento assieme all’EITAL in diversi contesti di paventato maltrattamento di animali: dagli allevamenti di animali per le pellicce, fino agli stabulari della vivisezione.

Bernini, già lo stesso pomeriggio del 24 aprile, aveva riferito del blitz in corso presso la struttura si Sarno. “Abbiamo chiamato la Polizia – aveva dichiarato Bernini – che sta intervenendo facendo i dovuti controlli“. Il Parlamentare, già nel successivo comunicato, aveva criticato il sistema dei controlli definendo “sconcertante” il dovere ricorrere ai blitz. In ultimo la richiesta urgente di attivazione rivolta al Ministro Lorenzin, ossia che le “attività della Task Force sul benessere animale siano riattivate ed implementate a dovere“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati