agnello
GEAPRESS – Dimenticato in strada poche ore dopo la nascita. In alternativa, l’agnellino Sandro, potrebbe essere scappato da un camion che lo stava trasportando.

Talmente piccolo da avere ancora il cordone ombelicale. L’agnellino non sarebbe sopravvissuto se questa mattina non fosse stato soccorso dagli agenti della Guardia di Finanza, i quali una volta prelevato e portato al sicuro nella vicina caserma di via Boglione, si sono messi in contatto con l’ENPA, sezione di Roma. Il Caponucleo delle Guardie Zoofile di Roma, Maria Rita Martelli, subito intervenuta, lo ha volto chiamare Sandro come il Veterinario che lo sta curando.

Nel complesso – ha riferito la responsabile dell’ENPA –  il piccolino sta bene anche se presenta una leggera ipotermia e ha una gran fame, ma non si è ancora abituato al biberon. Una volta ricevuta la necessaria assistenza, Sandro sarà pronto per un’adozione del cuore; per una casa dove dimenticare la brutta avventura e vivere in serenità il resto della sua vita. Desidero ringraziare di cuore gli agenti della guardia di Finanza che hanno compiuto un gesto di straordinaria sensibilità: se ora Sandro è al sicuro, lo deve a loro”.

Quello di Sandro purtroppo non è un episodio isolato. Lo scorso marzo, pochi giorni prima di Pasqua, l’Enpa di Roma aveva prestato assistenza all’agnello Lamberto, abbandonato in zona Settecamni anch’esso poco dopo la nascita. Un anno fa, poi, la Sezione capitolina della Protezione Animali aveva adottato un altro cucciolo appena nato, Nico, che, investito da un’autovettura, non era stato soccorso dall’automobilista (in violazione del Codice della Strada). In quell’occasione Nico fu aiutato da una pattuglia dei Carabinieri.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati