cucciola san cataldo
GEAPRESS – Molto probabilmente per riporla nella scatola di cartone, è stato utilizzato lo stesso retino trovato dai volontari della LIDA di San Cataldo, in provincia di Caltanissetta.

Si tratta di una cucciola di cinque mesi, abbandonata al chiuso della scatola, senza cibo ne acqua. La povera cagnolina, oltre ad essere disidratata, presentava una ferita alla testa ed una evidente infestazione da pulci. Chi l’ha abbandonata ha così pensato di non venire in contatto con lei prelevandola con il retino. La cagnolina, del peso di appena due chili e mezzao, è stata chiamata Sofia.

Sulla vicenda la LIDA solleva ora una nota polemica a seguito delle numerose segnalazioni che sarebbero state fatte pervenire agli enti preposti. “Ancora una volta – afferma la LIDA – intervengono i volontari“.

Si spera, appena Sofia si sarà ripresa, di poterla dare in adozione. Questa la mail messa a disposizione dai volontari: lidasancataldo@hotmail.it

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati