gabbiano lenza
GEAPRESS – Una segnalazione pervenuta da alcuni cittadini e che riferiva di un Gabbiano reale rimasto impigliato ad uno scoglio. Le Guardie dell’ENPA, subito dirette sul posto, rinvenivano in effetti il grosso uccello vittima delle onde che lo colpivano.

Il giovane di Gabbiano reale non riusciva più a volare a causa di una lenza da pesca che lo teneva legato allo scoglio.

Fortunatamente l’intervento delle Guardie ha evitato il peggio. Anche se sfinito, l’animale era ancora vivo ed è stato subito soccorso e trasportato al Cras. Si attende ora di sapere se la zampa presenta fratture; al momento del recupero, penzolava.

Secondo l’ENPA le lenze, spesso con gli ami ancora legati, sono abbandonate dai pescatori sulle coste e rappresentano un vero problema per la fauna selvatica. Ingerite o avvolte intorno a parti del corpo della vittima, ne compromettono le funzioni vitali. L’animale va incontro ad una morte lenta e sofferente poichè tenta invano di liberarsi. Arnesi come le lenze, le reti, gli ami e le nasse abbandonate restano attivi per sempre, e gli animali intrappolati diventano a loro volta esche per altri animali.

L’Enpa di Salerno ricorda ai cittadini che le spiagge non sono ceneriere o discariche, ed invita a tutelare le coste ed il mare gettando i rifiuti nei cestini e rimuovendo oggetti che possono provocare danni all’uomo e agli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati