gatti teramo
GEAPRESS – 40 gatti nel centro storico di Salerno ed altre decine a Montecorvino Pugliano. Tutti, denunciano la Lega Difesa del Cane e la LAV di Salerno, erano a quanto pare detenuti in precarie condizioni se non addirittura deceduti.  Gli animali, ora affidati ai volontari, sono stati trovati all’interno di appartamenti.

Secondo LAV e Lega Difesa del Cane potrebbe trattarsi di casi di “animal hoarding”, ovvero una vera e propria patologia che porta taluni soggetti ad accumulare compulsivamente animali all’interno della propria abitazione.

Si tratta di un fenomeno che ha delle ripercussioni molto gravi sugli animali – affermano gli animalisti – Intrappolati tra quattro mura, non possono essere gestiti in modo adeguato e per tali motivi sviluppano patologie dovute alle scarse condizioni igieniche, alla mancanza di spazio, alla fame, alla sete e alla carenza di cure veterinarie sufficienti. Inoltre tali situazioni gravano sull’intera comunità perché, come nel caso salernitano, dopo un sequestro di questa portata sono le amministrazioni che devono farsi carico di tutti gli animali, nella maggior parte dei casi malati e spesso talmente traumatizzati da non poter nemmeno essere adottati“.

Dei gatti sequestrati nel centro storico molti si trovano ancora oggi presso veterinari privati per ricevere le cure necessarie affinché siano pronti ad andare in nuove famiglie.

Lav e Lega del Cane, per scongiurare il ripetersi di simili situazioni ed in attesa dell’esito delle indagini, si sono rivolte all’amministrazione comunale salernitana affinché venga approvata un’Ordinanza di divieto di detenzione animali per la persona interessata. Sarebbero pertanto necessari periodici controlli oltre che l’allontanamento di animali eventualmente posseduti.

E’  possibile aiutare gli sfortunati micetti donando cibo presso i tavoli informativi di Lav e Lega del Cane.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati