maremmano rosignano
GEAPRESS – E’ stata revocata dal Sindaco di Rosignano Marittimo (LI)  l’Ordinanza numero 144 del 20 marzo 2013 con la quale veniva disposto l’abbattimento del cane pastore maremmano Tuta, reo di essere stato giudicato un irrecuperabile morsicatore.

Una vicenda lunga e dolorosa anche perchè, come è noto, l’Ordinanza ora revocata era invece andata in porto per altro cane, sempre pastore maremmano, di nome Uzi. Soppressione avvenuta ad aprile. Un provvedimento, quello dell’Ordinanza, disposto dal Comune di Rosignano Marittimo su proposta del Servizio Veterinario dell’ASL 6 di Livorno. A quanto pare erano stati dichiarati infruttuosi i tentativi di “recupero” dei due cani.

Tuta, nel frattempo, era però scomparsa. Cercata dal Comune ma non trovata. Finanche la comparazione con un chip di un cane maremmano che le assomigliava. Il chip, però, sembra non aver dato segnali.

Poi l’intervento risolutivo della Lega Nazionale Difesa del Cane. Tuta andrà presso il canile “Casa di Febo”, nelle colline di Massa. La struttura dispone delle strutture idonee oltre che della possibilità del percorso rieducativo.

Dove è Tuta? Al sicuro, dicono in loco ricordando la grande mobilitazione per la sua salvezza e la manifestazione tenutasi proprio sotto il Municipio di Rosignano Marittimo. Un provvedimento, quello dell’Ordinanza di soppressione che,  al di là del valore di legge, appariva un po’ con un sapore vecchio, oltre che amaro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati