Volontarie ENPA e Maya
GEAPRESS – Rocambolesco e fortunato salvataggio di una gattina di pochi mesi smarrita all’interno metropolitana di Roma.
Maya, questo il nome della gattina, era riuscita a fuggire grazie all’accidentale apertura del trasportino. Poco prima una giovane studentessa universitaria di nome Giulia, era riuscita a salvarla estraendola dal vano motore di un’auto in sosta.

All’apertura del trasportino inizia la corsa della gattina tra i binari.

Giulia disperata non si perde d’animo, chiede aiuto al  personale della metro ma nulla da fare. Contatta quindi l’ENPA di Roma, parte subito un fax all’ATAC e all’ufficio  benessere degli Animali di Roma Capitale che pure si attiva  verso ATAC. Il tutto con lo scopo di consentire ai volontari dell’ENPA di  posizionare durante la notte una gabbia trappola sulla banchina  della fermata metro direzione Anagnina.

I volontari si recano così presso la metro nel tratto ove si sentiva miagolare la povera gattina. I suoi lamenti sembravano provenire da sotto i binari, ma purtroppo non si riusciva a vederla.

Le cose, a questo punto, si complicano. Per lasciare una gabbia trappola occorre l’autorizzazione della direzione.

La mattina successiva l’ENPA torna alla carica, ma nel frattempo giunge la notizia: Maya è stata recuperata dai Vigili del  Fuoco intervenuti a seguito della mobilitazione di passeggeri  e personale che sentendo miagolare Maya volevano scendere sui  binari.

A quel punto è stato interrotto il servizio, consentendo ai Vigili del Fuoco il recupero della gattina

L’ENPA di Roma appresa la bella notizia contatta  il 115 per sapere dove recuperare Maya, ma la gattina, nel corso di una sosta nei pressi di Villa Fiorelli per farla bere, era nuovamente fuggita.

Torna la disperazione, Giulia con l’aiuto di Simona esperta gattara e due volontarie dell’ENPA si precipitano a Villa Fiorelli.

Di Maya nessuna traccia  poi il colpo di fortuna: con l’aiuto anche di persone a passeggio con i cani nella villa, Maya viene individuata in un cespuglio, presa e messa in sicurezza nella gabbia trappola dell’ENPA.

Ora Maya è felicemente al sicuro a casa di Giulia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati