cucciolo polizia
GEAPRESS – Allertato da un piagnucolio che sembrava il lamento di un bambino. Un cittadino aveva così indiviudato in un cassonetto dell’immondizia il posto di provenienza dei gemiti e per questo ha pensato subito di allertare il numero delle emergenze della Polizia di Stato. Tempestivamente una pattuglia del Commissariato Flaminio si è portata sul posto e, udito il gemito, non riuscendo a vedere un granché a causa dell’elevato contenuto di spazzatura, ha provveduto a svuotare il cassonetto controllando busta per busta.

Man mano che i rifiuti venivano estratti, il pianto si faceva sempre più forte finché gli agenti si sono trovati davanti ad un sacchetto di medie dimensioni, di colore celeste, con all’interno qualcosa che si muoveva. Aperta la busta, sono stati trovati tre cuccioli di cane di colore bianco, due dei quali non davano più alcun segno di vita mentre il terzo, ormai stremato, guaiva flebilmente.

Sistemati i cuccioli deceduti in un cartone ed il terzo, infreddolito e tremolante, in un panno, la pattuglia della Polizia di Stato si è portata presso una clinica veterinaria della zona dove il medico veterinario di turno ha confermato la morte di due dei cuccioli ed ha soccorso il superstite.

Almeno per il superstite la tremenda esperienza, si è felicemente conclusa, grazie all’intervento degli agenti del Commissariato Flaminio. Il cagnolino, infatti, era destinato a morte sicura a casua di un crudele padrone che, per liberarsene, non aveva esitato a gettarlo via, in un sacchetto di plastica, come comunissima immondizia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati