oipa cuccioli
GEAPRESS – Provenivano dalla Romania i due cani sequestrati ieri ad una persona, poi sanzionata, che faceva accattonaggio (vedi articolo GeaPress). Lo specifica l’OIPA intervenuta con le sue Guardie dopo una ricerca della stessa persona, più volta segnalata, durata circa un mese. Sempre secondo l’OIPA alcuni elementi, come la mancanza di di microchip e di passaporto, lasciano supporre l’introduzione illegale nel nostro Paese.

Se le indagini delle Guardie Zoofile confermeranno l’ipotesi, l’uomo verrà denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di traffico di cuccioli.

Dietro al fenomeno dell’accattonaggio con animali si celano spesso veri e propri traffici illeciti finalizzati a incrementare il giro d’affari della “semplice” richiesta di elemosina attraverso la vendita dei cuccioli a passanti impietositi – spiega Claudio Locuratolo, coordinatore guardie zoofile OIPA Roma – Ecco perché invitiamo la cittadinanza a non incrementare questo business acquistando i cani, ma piuttosto, segnalando chi li sfrutta alle forze dell’ordine e alle guardie zoofile OIPA”.

I fatti sono avvenuti in Piazza Enrico Fermi. L’età dei cuccioli è di 3 e 6 mesi. Sempre secondo l’OIPA, oltre a violare il Regolamento comunale che vieta tale pratica, l’uomo avrebbe dimostrato di non aver nessun legame con i cani, se non quello dello sfruttamento: aveva infatti più volte proposto di venderli agli eventuali passanti interessati.

I cuccioli sono ora sotto sequestro amministrativo e possono già essere dati in affido. Per maggiori informazioni è possibile contattare l’OIPA Roma allo 0693572502.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati