OLYMPUS DIGITAL CAMERA
GEAPRESS – Controllo delle Guardie Zoofile della LAC Toscana, dei Carabinieri e Polizia Provinciale in un allevamento di cavalli nel Comune di Roccastrada (GR). L’intervento è scaturito dopo una segnalazione arrivata presso la sede delle Guardie Zoofile della LAC, che avvertiva la presenza di un cavallo disteso a terra in un pozza di acqua ed in fin di vita.

Le Guardie Zoofile giunte sul posto e viste le condizioni del cavallo hanno immediatamente contattato il servizio veterinario della USL 9 di Grosseto, e chiesto l’intervento dei Carabinieri e della Polizia Provinciale di Grosseto.

Nulla però è stato possibile per salvare il cavallo, una femmina di razza Maremmana, che è morta alle 17,00 dopo lunghe sofferenze. Le Guardie hanno quindi effettuato un sopralluogo nelle vicinanze trovando un altro cavallo morto presumibilmente da una decina o più giorni. Rintracciato il proprietario del terreno si è provveduto alla denuncia per il supposto reato di uccisione di animali. I due cavalli morti sono stati posti sotto sequestro.

Secondo Raimondo Silveri, Direttore Nazionale del Coordinamento Vigilanza Ambientale della LAC, già nel 2011 quello stesso posto sarebbe rimasto coinvolto in altra situazione riguardante cavalli e documentata da Striscia la Notizia.

Attualmente, a Roccastrada, sono in corso ulteriori indagini condotte dalla Polizia Provinciale congiuntamente all’Istituto Zooprofilattico della Toscana e del Lazio per accertare le cause della morte dei cavalli. Le guardie zoofile della LAC hanno già acquisito nella mattinata i documenti di tutti i cavalli e di altri animali in possesso del proprietario del terreno e tenuti presso il servizio veterinario della USL 9 di Grosseto. Questo pomeriggio è previsto un ulteriore sopralluogo al fine di potere verificare le condizioni di tutti gli altri animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati