capriolo ferito II
GEAPRESS – Chi avrà ancora il compito di recuperare la fauna selvatica? Prima della riforma delle Province, voluta dal Governo Renzi, questo aspetto  era affidato, nelle Regioni a statuto ordinario, alla Polizia Provinciale. Ora, però, il caos è completo.

Trasferiti nelle Regioni con o senza delega al recupero della fauna selvatica bisognosa, oppure nella Polizia Municipale, semplicemente cancellati o ridotti in attesa di definitiva sistemazione/cancellazione, i Poliziotti che prima erano delle Province devono far fronte ad una situazione quantomeno incerta o, bene che vada, provvisoria.

L’ultima Polizia Provinciale  che ha comunicato di non potere più espletare il servizio di soccorso è quella di Benevento.

Con una nota del Comandante Gabriella Mongillo viene infatti comunicato che, a partire da oggi, non sarà più espletato il servizio di recupero e consegna della fauna ferita al Centro di Recupero per Animali Selvatici di Napoli. La decisione, notificata alla Regione Campania, è motivata dalle disposizioni di cui alla legge n. 56 del 2014 secondo le quali la materia non rientra più tra le competenze delle Province.

Con la consegna al centro di soccorso partenopeo di un falchetto, di un gheppio e di un assiolo, ritrovati nelle ultime ore nelle campagne attorno al capoluogo e nell’Alto Tammaro, cala dunque definitivamente il sipario su questa attività della Polizia Provinciale di Benevento. Il Comandante ha espresso il proprio sincero e sentito rammarico per questa decisione peraltro inevitabile.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati