GEAPRESS – Probabilmente un incidente di volo. Può capitare e non solo negli sciagure aeree. Stavolta a finire atterrato è stato un Gheppio, piccolo rapace diurno rinvenuto in difficoltà sul Monte Terminillo, proprio il giorno di ferragosto. Per sua fortuna una signora l’ha notato e stamani è stato consegnato al Comando Stazione Forestale di Rieti che ha provveduto a ricoverarlo in un centro specializzato.

Il Corpo Forestale esclude che il falchetto sia rimasto ferito da un colpo di arma da fuoco. Più probabilmente ha urtato qualcosa durante il volo. Ora si spera per la sua riabilitazione, finchè gli sarà possibile riprendere le sue abitudini. Tra questa la caccia in spazi aperti dove, con un certa frequenza, è possibile ammirarlo nella tipica figura detta “dello Spirito Santo”. Il Gheppio, riesce a rimane immobile nel cielo battendo velocemente le ali e aprendo la coda a ventaglio. Il tutto, finalizzato allo scrutare il terreno in cerca di prede, come piccoli vertebrati.

Il Gheppio, precisa il Comando Stazione di Rieti, è uno dei falconiformi più piccoli (30,35 cm. di lunghezza e 60/70 cm di apertura alare) presenti nel territorio della Provincia di Rieti, ma anche uno dei più colorati, caratterizzato da un evidente dimorfismo sessuale dove la femmina ha un colore diverso da quello del maschio ed in particolare la sommità del capo che è grigio–azzurrino nel maschio, mentre nella femmina mantiene la stessa colorazione del piumaggio. Stante la colorazione, il gheppio salvato a ferragosto è sicuramente una femmina.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati