cane agrigento II
GEAPRESS – Un caso che rischia di suscitare un cumulo di polemiche. Un cane randagio che, stante una prima ricostruzione dei fatti, avrebbe ucciso un cucciolo e morsicato una passante. Il cane, così come riportato dalla stampa locale, stava per aggredire due Carabinieri interventi sul posto ed è stato abbattuto.

Sulla vicenda è intervenuta oggi l’OIPA di Agrigento che per non entrando nel merito dello svolgimento dei fatti non essendo in quei momenti presente, rileva come quel cane di certo non era “apparso dal nulla”. In altri termini l’OIPA solleva il dubbio che, come spesso accade, quel cane era già stato  segnalato in precedenza. Le critiche maggiori sono rivolte ai Comuni specie del sud Italia, additati di “tappare buchi” sulle emergenze.

Bisognerebbe vedere cosa esattamente è successo ieri sera, ma un cane così descritto, doveva essere attenzionato già da prima. L’OIPA, del resto, è impegnata sul territorio agrigentino per affrontare le mille emergenza del randagismo. Un problema che di certo la legge di settore non consegna, per la sua risoluzione, alle associazioni di volontariato.

Non è chiaro se il cane in questione era abitudinario del posto oppure rappresentava una nuova presenza arrivata da altri ambiti comunali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati