GEAPRESS – Era rimasto impigliato ad una lenza pendente da un cavo delle linee telefoniche. Un Gabbiano non riusciva così più a riprendere il volo, ricadendo sempre nello stesso posto, appena tentava di allontanarsi da quei tralicci. Il volatile è stato scoperto stamani da un cittadino nei pressi di Borgo Faina – cava di San Bartolo, nel Comune di Ravenna. Quella lenza, finita troppo in alto per il lancio lungo di un pescatore del vicino canale, era pressoché invisibile e del disagio del povero animale non subito se ne sono capiti i motivi.

Prima la chiamata al centralino del Comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato e poi l’intervento dei Vigili del Fuoco. Giunti con un loro mezzo è stato così possibile recuperare il Gabbiano con l’ausilio di un retino e liberalo dalla lenza. Constatate le buone condizioni di salute (ad intervenire è stato il Centro Recupero Fauna Selvatica di via Canale Molinetto) l’animale è stato riconsegnato alla natura ed ha così potuto riprendere tranquillamente il suo volo. L’ala, alla quale era rimasto impigliato, non aveva subito alcun danno.

Il Corpo Forestale dello Stato ricorda che per eventuali segnalazioni su emergenze ambientali è sempre attivo il numero verde “1515” a cui il cittadino può rivolgersi gratuitamente per comunicare attività illecite condotte in danno dell’ambiente e/o segnalare situazioni di difficoltà per gli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: