roccia 2
GEAPRESS – Rischiano di morire i tre cani da caccia, ormai da giorni bloccati all’interno di una profonda fessurazione della roccia, tra Ragusa e Noto (SR).

L’allarme, lanciato ieri dall’OIPA (vedi articolo GEAPRESS), non ha ancora portato ad una soluzione del caso. Una serie di difficoltà sembrano accanirsi sui poveri animali, rischiando di rendere impossibile il loro salvataggio.

Innanzi tutto la stessa fessurazione, a quanto sembra particolarmente profonda tale da avere confuso i cani. Vi è poi il problema della lontananza del posto da una via di comunicazione. Il luogo, già oggetto d’intervento dei Vigili del Fuoco, dovrebbe essere raggiunto da un escavatore, cosa però che si presenta impossibile. Solo un elicottero potrebbe portarlo in loco, riferisce l’OIPA. Vi è poi la difficoltà nel coordinare chi in queste ore si sta rendendo disponibile a dare una mano. La zona, infatti, non ha campo per i cellulari. L’appuntamento viene così dato in un bar lungo la strada più vicina.

Dunque ore disperate, con i cani che si sentono guaire in profondità. L’OIPA, però, non demorde ed invita chi in grado di sbloccare la situazione a mettersi in contatto con i volontari.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati