tasso
GEAPRESS – Era riverso lungo la carreggiata nel Comune di Quaglietta, in provincia di Avellino. La segnalazione arrivata al WWF di Salerno riferiva di un di Tasso (Meles meles) intossicato da bocconi avvelenati.

Prontamente i volontari e le Guardie WWF, in questi giorni impegnati nell’annuale Campo Antibracconaggio (vedi articolo GeaPress) si sono premurati per prestare soccorso all’animale. Un intervento tutt’altro che semplice, sottolinea il WWF nel suo comunicato, anche a causa del regolamento regionale che prevede come solo la Polizia Provinciale e il Corpo Forestale dello Stato possano trasportare animali, anche in casi davvero critici come quello in questione.

La macchina dei soccorsi per il povero Tasso, si è messa comunque in moto. Il WWF avvisa l’ ASL ed il Corpo Forestale dello Stato, che arriva subito sul posto nonostante sia distante una sessantina di chilometri.  Ad essere presenti anche i Carabinieri di Senerchia.

Si è così provveduto al recupero del povero Tasso ed al trasporto presso il Cras di Napoli, il Frullone.

Il WWF di Salerno sottolinea come la presenza di bocconi avvelenati sia un fenomeno preoccupante e che chi avvelena un animale incorre nel reato di uccisione di animali, art. 544-bis del codice penale.

Un rigraziamento è invece rivolto a tutti i volontari del campo WWF, al Corpo Forestale dello Stato, Asl e  Carabinieri di Senerchia. Auspicata, inoltre,  la revisione del Regolamento Regionale, affinché si possa estendere la possibilità di recupero della fauna selvatica anche alle Guardie Zoofile.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati