airone guardabuoi
GEAPRESS – Potature degli alberi, spesso effettuate in pieno periodo di nidificazione degli uccelli.

Interventi dei Comuni molte volte non coincidenti con i ritmi naturali e comunque poco accorti nei confronti della legge che vieta il danneggiamento dei nidi.

Ne sanno qualcosa le Capinere di Palermo, avvilite dal taglio tutt’ora in  corso dei ficus disposti ad ornamento delle strade, ma anche gli Allocchi nei pressi di Milano. Questi ultimi, lo scorso aprile, vennero ricoverati nel Centro Fauna Selvatica che la LIPU gestisce a Pontevecchio di Magenta (vedi articolo GeaPress). In quel caso gli esperti della Protezione Uccelli denunciarono il mancato rispetto dei periodi di nidificazione ed i danni arrecati all’avifauna.

Più o meno piccoli volatili ricoverati e da recuperare con un sforzo, anche economico, che sopperisce alle disattenzioni delle pubbliche amministrazioni.

L’ultima notizia arriva da Roma, dove al Centro Recupero Fauna Selvatica è stato ricoverato un pulcino di Airone Guardabuoi.

Secondo quanto comunicato dalla LIPU il suo nido sarebbe stato distrutto proprio a seguito delle potature.

Lui se la caverà – commentano dal Centro di Recupero della LIPU – ma cogliamo l’occasione per ribadire l’importanza di non effettuare potature nel periodo di nidificazione per non incorrere in incidenti di questo genere“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati