pastore tedesco guardia costiera
GEAPRESS – Ha rischiato di morire affogato un cane pastore tedesco salvato dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle. Dalle indagini poi eseguite è risultato che l’animale si aggirava smarrito da un almeno un paio di settimane lungo le strada cittadine. Sabato scorso, chissà come, è finito in acqua ed è stato salvato appena in tempo dal personale intervenuto a seguito della segnalazione del pilota del porto.

Il cane, infatti, cercava di risalire nella banchina senza però riuscirvi. I militari, raggiunto il posto, hanno così tentato di farlo risalire con l’ausilio di una cima. Il pastore tedesco, di circa 12 mesi di vita, è risultato claudicante ad una zampa posteriore, forse a causa della caduta in acqua.

Nessun segno di riconoscimento, ivi compreso il chip, è stato rilevato ed il cane, risultato mansueto ed affettuoso, è stato affidato alle cure del canile del luogo per la possibile adozione. Prima, però, è stato rifocillato e temporanemanete ospitato presso il giardino interno della Capitaneria di Porto.

La Guardia Costiera fa comunque notare che ’eventuale proprietario dell’animale, qualora rintracciato, sarà comunque passibile (oltre al pagamento delle spese per gli oneri di custodia e mantenimento) delle pesanti sanzioni pecuniarie previste per gli illeciti di mancata custodia di animale e di mancata iscrizione all’anagrafe canina, previste dalla legge regionale n. 15/2000, e nei casi più gravi di denuncia all’Autorità Giudiziaria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati