REA II
GEAPRESS – Abbandonata in discarica. Un situazione disperata quella che si sono trovati innanzi i volontari di Piazza Armerina, in provincia di Enna. Una zona non nuova per episodi di abbandono oltre che di irrisolti problemi del randagismo.

Una discarica, infatti, era divenuta “dimora” di una cagna con due serie di cucciolate sulle spalle. Della prima, nessuno sa bene che fine abbiano fatto i cuccioli. Due soli, infatti, i cani di circa otto mesi presenti nel momento in cui i volontari sono stati avvisati.

Difficoltà nel trovare posto e tante altre situazioni che chiedono aiuto. Sta di fatto che poche ore prima del loro trasferimento, uno dei due cuccioli è morto avvelenato. La violenta emorragia che non ha lasciato scampo, è stata probabilmente causata dall’ingestione di un  topicida.

Tra i rifiuti, mamma Rea,  Angel (il cucciolo di otto mesi superstite) ed i nove cuccioli della nuova cucciolata. Di questi uno è morto in circostanze che non si è avuto modo di approfondire.  Continuando di questo passo, mamma Rea e gli otto cuccioli avrebbero fatto la stessa fine di quelli già sottoposti alla falcidia di una sorte crudele. Tutti caricati in macchina e con bisogno di aiuto immediato.

Chiediamo aiuto per loro – riferisce Swan Marella, volontaria del posto -. I cani non possono tornare in strada, per noi è una situazione disperata, non sappiamo dove collocarli e stiamo affrontando il tutto tra tanti disagi e soprattutto spese che gravano anche per altri cani. Vogliamo però dare un futuro a tutti, fino all’adozione che purtroppo è al momento ancora  lontana“.

GeaPress ha accolto l’appello del Coordinamento per la Difesa del Randagio, ma per questo si chiede aiuto ai lettori. Un contributo per i cuccioli ed una sistemazione per tutta la sfortunata famiglia, almeno fino all’adozione. I cani saranno seguiti uno ad uno fino fino alla auspicabile consegna in famiglia. Per aiutare gli otto cuccioli di piazza Armerina e mamma REA, è disponibile la PAGINA DELLE DONAZIONI  . Ricordarsi di segnalare la causale “REA” e seguire le semplici istruzioni per il versamento.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati