capriolo II
GEAPRESS – È al sicuro la femmina di capriolo che ieri mattina è rimasta impigliata in una grata all’interno del cimitero di Pescara.

I cittadini, che nella prima mattinata si erano recati al Camposanto, hanno immediatamente allertato le Guardie Zoofile della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Pescara e i Vigili del Fuoco, i quali hanno provveduto a segare le transenne della grata per liberare l’animale. Il capriolo ha così ricevuto sul posto le prime cure da parte del dottor De Luca della ASL veterinaria di Pescara, che ha somministrato un antibiotico e idratato l’animale, colpito da un colpo di calore e sotto stress per la disavventura.

Le ferite riportate all’anca e alla schiena fortunatamente non sembrano particolarmente gravi e l’ungulato è stato recuperato dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato accorsi immediatamente assieme a Daniele Amicosante, responsabile NIRDA (Nucleo Investigativo per i Reati in Danno agli Animali) e al nucleo investigativo di Polizia Ambientale di Pescara. A supporto delle operazioni di recupero e soccorso è intervenuta Paola Canonico, Guardia Zoofila Volontaria LNDC.

Il povero animale, riporta sempre la Lega Difesa del Cane, non è ancora in grado di alzarsi ed è attualmente ricoverato presso il Centro recupero fauna selvatica di Popoli del CFS, dove verrà seguito dal dottor Brugnola. Appena guarito verrà liberato nel suo habitat. Lo stesso capriolo, era già stato avvistato nella notte precedente, in zona via Prati e spinto fuori dalla strada dalle Guardie Zoofile LNDC di Pescara avvisate dagli abitanti della zona, impedendo così che entrasse sulla circonvallazione.

Sono sempre più frequenti gli avvistamenti di caprioli e altri selvatici nelle zone collinari di Pescara. Montesilvano e Città Sant’Angelo. LNDC raccomanda a tutti i cittadini di non prelevarli e non toccarli (soprattutto i cuccioli che non verrebbero più riconosciuti dai genitori) ma di avverire invece prontamente il Corpo Forestale dello Stato chiamando il numero di emergenza ambientale 1515.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati