cavallina disabile
GEAPRESS – Ottime notizie per la cavallina pescarese che nei giorni scorsi era stata al centro di un denuncia della Lega Nazionale per la Difesa del Cane (vedi articolo GeaPress).

A seguito del sopralluogo effettuato dalle Guardie Zoofile dell’associazione e del conseguente coinvolgimento delle Autorità preposte, la storia è ora giunta a lieto fine. Grazie all’intervento deciso della dott.ssa Cassandra Vantini, responsabile del NIRDA (Nucleo Investigativo per i Reati in  Danno agli Animali) del Corpo Forestale dello Stato, e in collaborazione con la ASL veterinaria, la piccola pony è stata prelevata e finalmente tolta da luogo di detenzione che, ad avviso degli animalisti, non era idoneo per nessun animale e in particolare per un cavallo nelle sue condizioni.

Al momento la pony è stata affidata ai volontari della Sezione LNDC di Pescara e potrà finalmente ricevere tutte le attenzioni di cui ha bisogno.

I volontari stanno valutando le richieste di adozione e la piccola potrà a breve raggiungere la sua nuova e definitiva casa. Una storia a lieto fine che però non deve far abbassare l’attenzione su un problema che in realtà è su scala nazionale, come ci ricorda Paola Canonico – Responsabile LNDC Settore Equidi – che afferma: “Gli equidi sono animali molto sensibili, il cui benessere psicofisico dipende da numerose variabili. È assolutamente necessario varare delle leggi mirate alla tutela di queste creature, le cui condizioni di vita sono spesso inadeguate sia da un punto di vista etologico sia da un punto di vista sanitario”.

Lega Nazionale per la Difesa del Cane ringrazia tutte le Autorità coinvolte per l’impegno profuso nella risoluzione di questa vicenda auspicando che non si tratti di un caso isolato perché, come dimostrato in questa circostanza, la collaborazione tra cittadini, Associazioni e Istituzioni porta sempre a risultati eccellenti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati