bak II
GEAPRESS – E’ morto Bak il cane antimine mandato in missione in Afganistan e divenuto oggetto di una vicenda con nota polemica a seguito della scoperta di una grave malattia che lo aveva colpito (vedi articolo GeaPress ).

A darne comunicazione è la Lega Nazionale per la Difesa del Cane che ricorda come Bak ha rappresentato un esempio di cane che ha salvato molte vite umane rischiando sovente la propria.

Impegnato dall’Esercito italiano nelle operazioni di sminamento in Afganistan, Bak con il suo fiuto aveva provveduto ad individuare numerosi ordigni. La vita, però, non è stata con lui generosa. Quando gli venne diagnosticata una stenosi lombo-sacrale degenerativa, venne “congedato” e ricoverato in una clinica veterinaria che però, riferisce la Lega Difesa del Cane, non avrebbe affrontato adeguatamente il grave problema.

Era finito in un box, un essere invisibile, riporta sempre la Lega Nazionale per la Difesa del Cane, finchè il povero Bak venne colpito da una paralisi alle zampe. Sonia Mendolia, Caponucleo delle Guardie Zoofile della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Teramo, affrontò con caparbia e convinzione quella situazione riuscendo a farsi consegnare il cane e   regalandogli una casa e l’amore di una persona stupenda: Antonietta, cittadina di Pescara, lo ha accudito e amato fino al suo ultimo respiro.

Oggi Bak ci ha lasciati, ma il suo sguardo intriso di dolcezza e di voglia di vivere non lo dimenticheremo mai – riporta la nota della Lega Difesa del Cane – Bak purtroppo è solo uno dei tanti eroi non umani dimenticati. Loro hanno un cuore che si batte per noi, sempre. Dalle spiagge alle montagne, i cani offrono ogni giorno il proprio contributo e il loro valore alla relazione uomo-animale, nei progetti rivolti al sociale come la pet-therapy, nella ricerca di persone scomparse, affiancando le forze dell’ordine e il volontariato sociale. Insomma – conclude la Lega Difesa del Cane –  se a volte i proverbi sono ormai quasi solo dei luoghi comuni, quello che dice che “il cane è il migliore amico dell’uomo” rimarrà per sempre pieno di significato”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati