ralph
GEAPRESS – Una catena stretta talmente tanto  al collo da essere diventata parte del povero Ralph, pastore tedesco trovato a Pellezzano in provincia di Salerno.

Ad occuparsi di lui è ora Assunta Salvino, Guardia Zoofila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Il povero cane, notato nei pressi della proprietà di una persona sensibile, presentava gli anelli della catena ormai sotto cute.

Chissà da quanto tempo quella catena lo stringeva al collo – riferisce a GeaPress Assunta Salvino – La pelle aveva completamente ricoperto gli anelli e quando sono andata incontro a Ralph, ancor prima di capire cosa gli era successo, ho notato il cattivo odore e le mosche che lo avvolgevano“.

Avvisata l’ASL Veterinaria il povero Ralph è stato prelevato per essere trasferito nell’ ambulatorio veterinario. Qui è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Eseguita l’anestesia, una grossa tronchessa ha spezzato uno degli anelli;  pian piano si è iniziato a sfilare la catena.  Il cane è ora sottoposto a terapia antibiotica e seguirà la profilassi necessaria affinchè la ferita venga completamente rimarginata.

Non è più un cane giovane, ma la mancanza del microchip impedisce dettagli maggiori oltre che potere rintracciare il padrone. Una vita passata alla catena ed infine lasciato andare. L’età stimata è di circa sette anni.

Ralph, si trova ora nell’ambulatorio dell’ASL – spiega Assunta Salvino – ma dobbiamo darlo in adozione o quantomeno in stallo temporaneo. Lancio un appello, Ralph è un cane che si è presentato tranquillo. E’ stato trovato ieri  – spiega la Guardia Zoofila – e non ha creato problema alcuno. Teniamo in considerazione la barbarie subita“.

Dunque, Ralph, ennesima vittima della crudeltà dell’uomo, aspetta ora il suo riscatto. Sicuramente ha pieno diritto ad una nuova vita.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati