GEAPRESS – Era stata investita da un’automobile alcuni mesi fa mentre attraversava la strada regionale Marsicana, nei pressi della Camosciara. Quando le Guardie allertarono i  veterinari del Parco dissero che c’era stato un incidente e che un lupo investito era, molto probabilmente, morto. Invece l’animale,  una giovane femmina di un anno e mezzo circa di età, all’arrivo dei medici, nonostante un forte trauma cranico, respirava ancora.

La lupetta fu così immediatamente trasferita presso il Centro recupero del Parco e sottoposta a terapia intensiva. Dopo una settimana era uscita dal coma. E dopo 20 giorni di ricovero era perfettamente in forma e in salute. 

L’animale fu, quindi, dotato di radio collare e lasciato libero. Da allora la lupetta è stata costantemente monitorata dallo staff di biologi del Parco, anche nei momenti di emergenza maltempo che ha imperversato  nelle scorse settimane.

Adesso che le condizioni meteo sono meno inclementi e l’emergenza neve sta rientrando nella normalità l’Ente Parco non solo può fornire un reale bilancio delle settimane trascorse (vedi articolo GeaPress) ma può anche dare notizie dello stato di salute della lupetta radiocollarata. Sta bene e ha anche ritrovato il proprio branco con cui vive libera nei boschi secolari del Parco.

Nella foto in alto la lupetta, ripresa dai biologi del parco poco prima dell’arrivo del grande freddo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati