pit bull amputato
GEAPRESS – Un Pit bull di circa un anno di età è stato trovato questo pomeriggio nel quartiere Brancaccio di Palermo, nei pressi della zona industriale. Il cane, presentava l’amputazione della zampa posteriore sinistra con esposizione dell’osso, oltre che della coda.

La cittadina che ha segnalato il caso si è messa in contatto con la sezione LIDA di Palermo . Da qui è partita la chiamata per la Polizia Municipale subito intervenuta. Il furgone del canile municipale, nel frattempo arrivato in via Giuseppe Galeano, ove era stato ritrovato il cane, ha provveduto al suo recupero e al trasferimento presso la struttura di via Tiro a Segno. Le prime cure sono state prestate dal dott. Sebastiano Lombardo.

Sembra, da informazioni assunte in loco, che il Pit bull sia stato notato da non più di due giorni. Poi, nella giornata di oggi, l’apparizione con le orrende amputazioni. Non è esclusa l’ipotesi dell’investimento che viene avvalorata dalla stessa LIDA.

Purtroppo – riferisce Alessandra Musso a GeaPress – di Pit bull liberi per le strade di Palermo, ve ne sono tantissimi. Sono i nuovi abbandoni, spesso provenienti da ambienti torbidi come quello dei combattimenti. Si tratta – ha aggiunto la responsabile LIDA – di una sorta di randagismo parallelo che bisognerebbe affrontare in maniera urgente e decisa”.

Non si sa ancora se il Pit bull recuperato questo pomeriggio sia provvisto di microchip. Domani il Comune di Palermo deciderà sul da farsi, ovvero se ricoveralo presso la stessa struttura comunale o trasferire il povero animale in una clinica veterinaria. Il suo carattere, assicurano i volontari della LIDA, è dolcissimo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati