cane occhio
GEAPRESS – Una femmina di Pit bull, che aveva tenuto lungamente in ansia a causa delle gravi condizioni nelle quali si presentava in modo particolare un occhio (vedi articolo BlogSicilia).

Il cane era stato avvistato da Selene Giglio, volontaria di Villabate (PA), che aveva messo in campo una piccola task force per tentare di recuperare il povero animale forse già presente in strada da almeno una settimana. La situazione si era presentata subito difficile a causa del carattere schivo e diffidente della cagnolina. Nella giornata di oggi, grazie all’intervento di uno strumento da accalappia, è stato possibile attuare il recupero. Ricoverata in un ambulatorio veterinario si sono subito palesate le  gravi condizioni del cane. Ancora da chiarire il perchè della fuoriuscita del globo oculare, forse da collegare alla presenza di una massa sottostante.

In più occasioni gli animalisti palermitani hanno sottolineato la gravità della presenza dei Pit bull in strada. Animali che mai sono randagi, bensì frutto di continui abbandoni per i quali non sono messi in campo i mezzi adeguati per affrontare l’emergenza. Una volta ricoverati, infatti, devono essere tenuti in gabbie singole, saturando così facilmente i locali del canile municipale. Mancano, poi, i programmi di recupero.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati