GEAPRESS – Si conclude a lieto fine la storia di Pino, gattino che prende il nome proprio da chi l’ha salvato, il caposquadra dei Vigili del Fuoco di Palermo, Giuseppe Settecase.

Ricostruendo la probabile dinamica dei fatti, l’animale, una volta intrufolatosi fra i condotti di uno stabile, in via Marchese di Villabianca, precipitava all’interno del vano caldaia, non riuscendo, per motivi diversi, a risalire e, per ciò stesso, rimanendovi intrappolato.

Nella giornata di sabato pomeriggio, a seguito di una segnalazione da parte di due volontarie della Lida Palermo, Giusy Caldo e Barbara D’aquila, è intervenuto il Corpo dei Vigili del Fuoco, che operava tempestivamente il soccorso, mettendo al sicuro, non senza qualche difficoltà, il povero animale. Ad avvertire le due volontarie della Lida, una animalista della zona, che si prende cura della colonia felina di Via Marchese di Villabianca, all’altezza del civico 124.

Abbiamo saputo che i Vigili del Fuoco erano intervenuti sin dalla mattina – dichiara Giusy Caldo, consigliere della Lida Palermo – trovandosi costretti, tuttavia, a non poter operare per diversi motivi, primo, fra tutti, l’impossibilità di capire l’esatta provenienza del miagolio. Nel pomeriggio, continua la Caldo, perdurando i lamenti e lo stato di disagio del povero animale, intrappolato, probabilmente, sin dal Venerdì, l’intervento si rendeva più che mai necessario e indifferibile.”

I Vigili del Fuoco, pertanto, tornati nuovamente sul posto, hanno dapprima smontato un pezzo di tubo per tentare di stabilire, con esattezza, la provenienza dei lamenti, e poi, accertato questo, hanno deciso, come unica soluzione, di rompere il lucchetto della porta d’accesso al vano caldaia, nonostante, sostengono i volontari, l’ostruzionismo dell’amministratore condominiale, peraltro fino ad allora pressoché irreperibile. A sostenere i volontari anche il supporto telefonico del numero di emergenza della Polizia di Stato.

Vogliamo esprimere, come collettività – dichiara Barbara D’Aquila, vice responsabile della Lida Palermo – il nostro sentito ringraziamento alle Forze dell’Ordine ed ai Vigili del Fuoco, sensibili e vicini, ancora una volta, alle problematiche animali. Dopo tanta paura – continua la D’Aquila – si è riusciti a salvare un gattino, sottraendolo, peraltro, al pericolo del contatto diretto con il vano motore della caldaia.”

Per fortuna, anche in questo caso, tenacia, impegno e perseveranza di Polizia, Vigili del Fuoco e volontari hanno scongiurato il peggio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati