cuccioli canile II
GEAPRESS – Sembra ripetersi anche stamani il disagio patito ieri da quasi 400 cani, rimasti senza pulizie e somministrazione di cibo finchè, nella tarda mattinata era stato aperto il cancello consentendo ai volontari di provvedere alle incombenze quotidiane.

Dunque dopo la situazione surreale di ieri, con la convenzione dell’associazione ADA scaduta il giorno prima ed il personale Reset che non aveva potuto prendere servizio, nuovi allarmi sembrano riproporsi anche oggi. Volontari animalisti fuori  dal cancello ma ancora nessuno che provvede all’assistenza dei cani. Atmosfera più calda anche per la presenza di alcuni cittadini ai quali erano stati fissati degli appuntamenti. Con i cancelli chiusi saltano, infatti, anche gli impegni del Presidio Veterinario gestito dall’ASP.

Intanto, su facebook, è stato lanciato l’invito a chiamare il NAS dei Carabinieri. I cani, urlano gli animalisti, non possono stare senza pulizia e mangiare.

La riunione che ieri era stata ventilata tra il Comune e l’associazione ADA che fino al 19 gennaio era in convenzione con il Comune, non è più avvenuta. Quanto dichiarato dall’Assessore al ramo, ovvero un affiancamento dei volontari agli operatori Reset per un mese, sembra essere rimasto in un limbo di nessuno. Una promessa, ma per alcuni più un’esigenza da parte del Comune, che potrebbe, però, non piacere gli animalisti ai quali interessano i servizi essenziali legati al benessere degli animali.

Anche oggi, dunque, la nuova esperienza presso il canile municipale, sembra iniziare con il piede sbagliato.

Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati