canile presidio
GEAPRESS – Non sarebbero mai arrivate dal Comune di Palermo le informazioni chieste sulla gestione del canile ed in particolare sui rapporti con l’associazione di fuori provincia. Una vicenda che che questa estate scatenò un cumulo di polemiche.

Per questo motivo la Deputata Chiara Di Benedetto (M5S) annuncia di avere presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Palermo.

Nella nota del M5S Sicilia si legge sul comportamento del Comune, definito “increscioso” per via di quelle attività di accalappiamento affidate all’associazione, “salvo poi tornare sui propri passi“.

Noi continuiamo a volere vederci chiaro – afferma la Deputata Chiara Di Benedetto – Troppe sono le cose che non convincono e sulle quali chiediamo alla magistratura di indagare“. In particolare si vuole capire se gli accalappiamenti siano continuati. Altra richiesta è quella di sapere sulle  destinazioni degli animali prelevati questa estate senza che siano mai passati dalla struttura del canile municipale.

L’esposto, tra le altre cose, mira ad accertare eventuali casi di maltrattamento di animali, il numero e la razza dei cani prelevati a partire dal mese di maggio di quest’anno ed eventuali pagamenti effettuati dal Comune a favore dell’associazione. Le richieste di accesso atti saranno ora estese a tutti i Comuni interessati dai prelievi e voe vi sono Consiglieri del Movimento 5 Stelle.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati