cane zampa amputata
GEAPRESS – Segnalato da chi, in questo periodo, si trova in villeggiatura tra Villagrazia di Carini e Cinisi, nei pressi dell’aeroporto palermitano Falcone Borsellino. Un cane con una zampa amputata di netto. Sopravviveva non si sa da quanto tempo nelle campagne affollate di palermitani in vacanza. Secondo gli animalisti della LIDA la zampa riporta una ferita non recente: almeno quattro giorni di sofferenza.

Un cagnolino molto buono vittima di una trappola o di un incidente (bene che vada) traumatico. Quella zampa tranciata di netto, crea, però, qualche sospetto.

Non riusciamo a capire cosa può essere successo – riferisce a GeaPress Salvatore Libero Barone, volontario della LIDA di Palermo – Quella zampa sembra tagliata di netto ma è presto per poter dire che si tratta di un atto voluto. Vedremo, poi, il referento del veterinario”.

In genere cani con le zampe amputate si trovano nei luoghi soggetti a mietitrebbiature, ma quelle campagne non  hanno coltivazioni che subiscono questi trattamenti.

Il cagnolino, intanto, va ad aggiungersi ai tanti altri accolti dalla LIDA di Palermo che riferisce di un mese di luglio drammatico. Abbandoni spesso accompagnati da situazioni particolarmente penose. Per questo i volontari chiedono aiuto. Un contributo, anche minimo, per la LIDA di Palermo, che servirà ad alleviare le sofferenze dei poveri animali. Tra questi, il nuovo arrivo di Villagrazia di Carini.

Appena giunta la segnalazione il soccorso è stato immediato. “Il nome? – spiega Salvatore Barone – Non lo so, non abbiamo avuto neanche il tempo di pensarci. Un caldo soffocante in una zona non facile da raggiungere. Intanto il cagnolino è dal Veterinario, domani penseremo al nome“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati