cane caccia oipa
GEAPRESS – Abbandonato in un bosco alle porte di Palermo. E’ questa la fine toccata ad un cane da caccia che ha vagato  in precarie condizioni fino a ridursi pelle ed ossa.

Un cane tipo cirneco, di circa due anni di vita, che ha cercato disperatamente acqua e cibo prima di venire recuperato dalle Guardie OIPA di Palermo. Una situazione disperata che si protraeva sicuramente da non poco tempo. Il cagnetto, che si presentava gravemente denutrito, aveva l’arto anteriore sinistro gravemente menomato. Alla visita veterinaria si è evidenziata una frattura risalente ad almeno quindici giorni prima.

Biscotto, così è stato chiamato dai volontari dell’OIPA, dovrà subire un delicato operazione chirurgico sulle cui modalità di intervento i Medici Veterinari si pronunceranno nelle prossime ore. Sebbene disperso in un bosco appare comunque difficile ipotizzare che nessuno, in quindici giorni, non si sia accorto di lui.

In attesa delle prossime cure, Biscotto è ospitato nella casa di una delle Guardie dell’OIPA. Per lui, non mancheranno attenzioni particolari e tante coccole, in attesa di una futura e veloce guarigione. Di strada, in quindici giorni, Biscotto ne deve avere percorsa veramente tanta. Questa la mail messa a disposizione dalle Guardie OIPA per aiutare il povero Biscotto: guardiepalermo@oipa.org

La speranza è quella di poterlo dare, appena possibile, in adozione.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati