fenicottero foto blangero
GEAPRESS – I fatti sarebbero avvenuti nel tardo pomeriggio di ieri. Due bambini intenti a lanciare pietre ad alcuni fenicotteri che stavano sostando in una risaia nei pressi della strada provinciale 01 per Torre Grande. A segnalare il tutto all’ENPA di Oristano, un cittadino indignato.

Il comportamento è stato subito stigmatizzato dalla Protezione Animali. Peraltro, tiene a precisare l’ENPA, i fenicotteri non si fermano certo nelle risaie per mangiare il riso. La loro alimentazione, infatti, è costituita da microrganismi acquatici tipici delle acqua saline. Nelle risaie, invece, possono trovare altri piccoli organismi, ma la loro presenza è più saltuaria rispetto agli stagni salmastri costieri e comunque del tutto disinteressata alla presenza del riso.

Dunque, riporta nelle sua  nota l’ENPA “cari bambini, avete lanciato le pietre ad un signore dell’aria, ad un magnifico esemplare di uccello che percorre migliaia di km per migrare dall’Africa al sud europa, sostando nella nostra isola per riposarsi prima di ripartire, solo in alcuni siti decide anche di fermarsi per nidificare, come nel caso di Molentargius“.

L’ENPA, accorsa subito nei luoghi, è arrivata a scorgere i bambini entrare con le loro biciclette in un vicino centro abitato.

Disturbare la fauna selvatica, ricorda la Protezione Animali, rappresenta comunque un reato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati