SASHA
GEAPRESS – I suoi padroni stanno ora cercando di mettersi in contatto con chi ha salvato la loro Sasha dal canale in piena. Una lunga catena fitta di solidarietà, tra autogrù, soccorritori e tanti, tantissimi abitanti che stanno offrendo pure le loro case per dare un conforto a chi colpito dall’alluvione.

Sasha era scomparsa proprio in quel  giorno, sotto la pioggia torrenziale che ha mandato sott’acqua la Sardegna. Anche in quel punto era arrivata l’acqua e di lei si erano perse le tracce. I padroni avevano lanciato appeli su facebook come altri stanno facendo in queste ore. La cagnolina, al momento  della scomparsa, si trovava nella zona occidentale di Olbia, non molto distante dai canali  trabboccanti d’acqua.

Poi, all’improvviso, la bella notizia sempre comunicata via facebook: “Abbiamo trovato Sasha“. Una delle tante storie di cani e gatti dispersi  con i quali i proprietari cercano di ricongiungersi. Il tutto  tra mille esigenze e soccorsi che stanno unendo in una formidabile gara di solidarità tutta la Sardegna. Un ruolo importante stanno avendo anche in questo contesto i Rifugi di cani abbandonati alcuni dei quali, come quello della LIDA di Olbia, letteralmente invasi dall’acqua.

Sasha è stata trovata, ma all’interno di un canale dove l’acqua scivola via in maniera impetuosa. Un’amica di chi in quelle ore cerca disperatamenta la sua Sasha, ritrova la cagnolina su You Tube. Nella sponda opposta del canale, una signora ha filmato la scena e posta il video chiedendosi a chi appartiene quel cane.

Lo sponde sono ripidissime ed in cemento. La cagnolina appare in precario equilibrio in meno di un metro quadrato di vegetazione semisommersa, miracolosamente protetta dalla furia delle acque da alcuni rottami che si sono incastrati proprio in quel punto. Sasha tenta di rimanere in equilibrio  cadendo ripetutamente nell’acqua gelida. Abbaia ed ulula, chiede aiuto.

Sulla sponda in cemento sono arrivati i soccorsi. Si inizia a preparare l’imbracatura per raggiungere la cagnolina. Momenti di forte apprensione anche perchè basta un attimo di spavento per perderla tra i flutti. Pochi secondi appena. Il soccorritore scende lungo il ripido argine, imbraca il cane per il torace ed inizia a tirare. Una volta tanto un provvidenziale nodo scorsoio che salva la vita. Sasha è sulla riva e dalla sponda opposta parte un applauso di ringraziamento per i bravi soccorritori.

Dove è finita Sasha?

La ragazza si mette in contatto con la giornalista Marella Giovannelli,  che ha ripreso la scena del salvataggio e postato il video su You Tube e sul suo account facebook,, ma ancora nessuno sa dove hanno portato la cagnolina. La sponda era quella opposta e non è stato possibile sentire dove il mezzo delle Guardie Ecozoofile, nel frattempo giunte sul posto, ha portato il cane. Di certo si è sentito chiamare un Veterinario. Ripartono le ricerche ma almeno questa volta con la sicurezza che Sasha è stata trovata ed è  da qualche parte.

Passa poco tempo ed arriva l’altra comunicazione: “Abbiamo trovato Sasha, è stata accolta dal Rifugio della LIDA di Olbia“.

Nonostante la drammatica situazione che ancora in queste ore sta vivendo il Rifugio, gli operatori non si sono tirati indietro. Non potevano però sapere il vero nome e Sasha, sebbene per poco tempo, diventa “Sole” esposta nell’account facebook della LIDA di Olbia, al fine di poterla ricongiungere con i suoi padroni. Il tam tam si diffonde velocemente e poco dopo parte la corsa per raggiungere Sasha.

Tutti i partecipi di questa storia, dal Rifugio ai padroni di Sasha, stanno subendo gli effetti dell’alluvione ma oggi, dicono dalla LIDA di Olbia, c’è il lieto fine.

A tutte le persone che hanno perso i loro amati amici a quattro zampe e li stanno cercando, auguriamo di ritrovarli e riunirsi, proprio come Sasha e la sua famiglia” – dicono dalla LIDA di Olbia.

Al Rifugio, però, l’emergenza continua. Un’azione meritoria che continua anche in piena emergenza  fornendo tra l’altro un supporto non indifferente , specie quando di mezzo ci sono affetti importanti.

GUARDA IL VIDEO DEL SALVATAGGIO DI SASHA

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati