setter ot
GEAPRESS –  Soccorso in una strada tra le campagne di Olbia (OT). Senza una meta, il povero setter è stato visto proprio in mezzo alla strada che sbandava. Alla vista delle persone si è rifugiato in un abbeveratoio.

I primi accertamenti veterinari riportati dalla LIDA di Olbia che sta provvedendo alle cure, sono disastrosi: frattura dell’arcata zigomatica destra, mancanza totale della mandibola destra, perdita dell’occhio destro, gravissimi danni al condotto uditivo destro. Le ferite, ormai in necrosi, erano infestate dalle larve di mosca.

Il trauma, riferisce sempre la LIDA, è probabilmente dovuto ad una fucilata, ma la certezza arriverà solo dopo le analisi diagnostiche che per ora non sono state eseguite. Purtroppo le condizioni generali sconsigliano  di sottoporre il povero cane ad anestesia. “Non sarebbe in grado di reggerla – dichiara Cosetta Prontu, responsabile LIDA – è troppo debilitato. La sua pelle appare quasi come cartone, un effetto della disidratazione“.

Il cane non è in grado di bere e nutririsi. A causa delle gravi condizioni è attualmente sottoposto a fluidoterapia e cura antibiotica.

La LIDA di Olbia chiede ora aiuto ma, aggiunge Cosetta Prontu, “è veramente molto difficile trovare le parole per spiegare quanto ha subito il cane“. Impossibile descrivere anche con le crude immagini la sofferenza che sta patendo il cane.  Per lui le cure si prospettato quantomeno complesse e non è possibile definire ancora una prognosi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati