gatta lida olbia
GEAPRESS – Un nuovo caso, come altri ve ne sono stati in questi giorni, di gatti finiti sotto un decespugliatore o comunque, come riporta la LIDA di Olbia, qualcosa di rotante.

Ad avere la peggio è stata una gattina di Potzolu (OT) trovata e consegnata alla LIDA di Olbia senza più le zampe posteriori e la coda. Il povero animale è arrivato al Rifugio avvolto in un asciugamano ed all’interno di un contenitore in cartone. Purtroppo la micia è prossima al parto e questo rende tutto molto più complicato. La sua situazione, infatti, sconsiglia per ora di intervenire chirurgicamente.

L’incidente, probabilmente, non è avvenuto nelle ultime ore  visto che il tessuto si presentava in necrosi. Le ferite sono state ora ripulite e il piccolo animale è sottoposto alle opportune terapie tra cui quella reidratante. Ovviamente nulla da fare per le zampette.

Purtroppo incidenti di questo genere non sono così rari. A volte basta solo un po’ di attenzione, oppure lasciare un po’ di verde ove vengono trovati nidi di uccelli che nidificano nei prati o attorno al luogo ove gli ungulati, come il capriolo, hanno lasciato il piccolo. Invece, in molti casi, si assiste allo scempio sia della fauna che degli animali domestici.

La LIDA di Olbia lancia un appello rivolto a chiunque volesse aiutare la povera gatta. Gli interventi, infatti, saranno lunghi e costosi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati