animal equality gadhimai
GEAPRESS – Potrebbe avere un senso diverso dal no perentorio alla macellazione, così come di recente riferito.

Si tratta del festival di Gadhimai, in Nepal, nel corso del quale viene eseguito il “sacrificio” di centinaia di bufali. Secondo quanto riportato dal giornale The Himalayan, il pronunciamento della Suprema Corte farebbe riferimento al “non ragionevole” provvedimento con il quale è stata interrotta l’usanza religiosa.

La Corte, però, ha spronato le agenzie governative ad avviare programmi di sensibilizzazione al fine di controllare l’usanza  definita, comunque, crudele. Il riferimento, a questo proposito, è ancora più diretto. Il Governo, infatti, è stato invitato a costituire un comitato al fine di adottare le misure necessarie per fermare la macellazione degli animali. Le persone, avrebbero affermato i Giudici, devono essere consapevoli del fatto che la macellazione degli animali non costituisce una buona azione. Una sorta di codice di condotta da sottoporre all’attenzione dei cittadini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati