spinone
GEAPRESS – Un  cittadino straniero intento a bastonare un cane spinone. Questa la segnalazione pervenuta alla Guardia zoofila Lucio Maraucci dell’ E M P A (Ente Mediterraneo Protezione Animali) di Napoli.

Veniva così subito organizzato l’intervento in località Spaccata dove, secondo l’EMPA, sarebbe stata constata la veridicità della segnalazione.

Innanzi alla Polizia di Stato, intervenuta con una volante del Commissariato di S.Paolo, si presentava una persona subito identificata. Il cane, invece, veniva soccorso ed affidato alle cure dei Veterinari dall’ASL.

I medici, preso atto del verbale di sequestro redatto dagli organi di Polizia Giudiziaria e constatate le gravi condizioni in cui versava il cane, procedevano al ricovero immediato dello stesso presso  il  Presidio Ospedaliero Veterinario di Napoli ASL NA/ 1 (ex Frullone),  per le cure necessarie.

La Polizia e la Guardia zoofila si portavano invece al Commissariato per gli atti di rito. Il cittadino extracomunitario veniva deferito all’Autorità Giudiziaria  per maltrattamento di animali così come previsto dall’art. 544 ter dalla legge 189/04.

Il Capo nucleo provinciale EMPA Giuseppe Salzano, coglie l’occasione per ribadisce il concetto che  ogni persona umana deve sempre adottare dei comportamenti socialmente apprezzabili nei confronti degli animali in quanto riconosciuti dalla legge e dalle norme etiche quali esseri dotati di diritti alla cura ed all’affetto dell’uomo a cui si lega nella vita domestica.

I cani legati con catena corta, rinchiusi in recinti simili a lager, picchiati, e spesso seviziati per puro sadismo,  vanno difesi  con umanità. Il cane come il gatto è  un animale da compagnia ed ha bisogno  delle cure e dell’affetto del padrone per tutta la vita.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati