muflone
GEAPRESS – Un regalo ai cacciatori. Così il Gruppo d’Intervento Giuridico ricorda l’immissione dei Mufloni nell’Isola d’Elba che con il tempo avrebbero iniziato a danneggiare la vegetazione e l’agricoltura.

I 500-600 mufloni dell’Isola, potrebbero così finire  abbattuti, ovvero provvedere eradicati  perchè specie non autoctona e portatrice di disagi. A tale ipotesi, però, si oppone il Gruppo di Intervento Giuridico il quale, tenendo conto della non florida situazione delle popolazioni selvatiche tutt’oggi esistenti nelle località di origine, ovvero Sardegna e Corsica, propone il trasferimento di tutta la popolazione dell’isola toscana.

Sulla proposta di trasferimento, che potrebbe avvenire con fondi comunitari, sono stati coinvolti il Ministero dell’Ambiente, la Regione autonoma della Sardegna, la Comunità territoriale della Corsica, la Regione Toscana, l’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale (I.S.P.R.A.), l’Ente Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Il Gruppo d’Intervento Giuridico onlus ritiene che il piano di trasferimento dall’Elba e reintroduzione dei Mufloni in Sardegna e Corsica possa venire incontro alle varie esigenze e, soprattutto, alla salvaguardia di una delle più caratteristiche e rilevanti specie selvatiche del Mediterraneo.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati