cuccioli in canile
GEAPRESS – E’ stata una giornata intensa, quella di venerdì scorso, per i volontari dell’ENPA. Al centro dell’attenzione le attività di recupero di animali nel territorio della provincia di Monza e Brianza.

Non uno ma due, infatti, gli interventi del nucleo antimaltrattamento della Protezione Animali brianzola, che ha portato a termine il salvataggio di ben sei cani.

La prima operazione è scattata a Biassono (MB), presso un’abitazione privata. In seguito a una segnalazione di privati cittadini, infatti, è stato possibile trovare due cani maschi rispettivamente di due e quattro anni. Tim e Wind, così sono stati chiamati dai volontari, sarebbero stati detenuti al buio in una cantina. I due animali erano in buona salute e apparivano timidi e curiosi, ma l’assoluta inadeguatezza del luogo di detenzione ha fatto sì che venissero immediatamente portati via. Il proprietario, è stato diffidato dal detenere qualsiasi animale e sarà comunque tenuto sotto controllo.
Il secondo intervento è avvenuto in sinergia tra ASL e Polizia Provinciale. A Lentate sul Seveso (MB), diversi cittadini avevano infatti segnalato la presenza di un cane con alcuni cuccioli. Gli animali sarebbero stati tenuti in un giardino che secondo la Protezione Animali si presentava in pessimo stato igienico. Il blitz è scattato di prima mattina; sul posto sono stati trovati tre cuccioli di circa un mese di vita con la loro mamma. Un luogo, descrive l’ENPA, pieno di deiezioni e con rifiuti di vario genere. Gli animali, poi, sarebbero apparsi sottopeso sebbene in buona salute generale.

La proprietaria, che ha dichiarato di avere trovato la femmina incinta e di non essere in grado di gestire i cani, è stata informata sulle problematiche riscontrate e sull’obbligo di ottemperare alla pulizia del giardino e allo sgombero dei rifiuti. Dopo una visita da parte del veterinario ufficiale ASL, i cani sono stati ritirati e portati al canile di Monza. Uriel, così è stata chiamata la cagna, è pertanto rimasta assieme a Pollo, Benji e Carletto (i suoi cuccioli).

In entrambi i casi il nucleo  antimaltrattamento è riuscito a intervenire e a evitare il reiterarsi del reato grazie alle segnalazioni dei cittadini, sempre più sensibili, per fortuna, nei confronti degli animali e delle loro condizioni di gestione

ACCEDI ALLA FOTOGALLERY

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati