GEAPRESS – Si erano probabilmente allontanati dal torrente Certesa, nei pressi di Meda. Forse la scarsità di cibo o il disturbo di un animale selvatico. Sta di fatto che mamma papera, ovvero una femmina di Germano reale, ed i suoi otto anatroccoli si sono ritrovati nel bel mezzo del cortile di una casa privata. La famigliola errante era stata adocchiata da alcuni gatti. Gli abitanti si sono così messi in contatto con la Polizia Locale la quale ha a sua volta chiamato la Polizia Provinciale. Proprio quest’ultima ha avuto affidato dalla legge i compiti relativi alla fauna selvatica.

Una pattuglia si è così recata a Meda, provvedendo al recupero di tutti gli animali ed al loro trasferimento in una zona umida, dichiarata fondo chiuso, nei pressi di Agrate. Di fatto, dicono dalla Polizia Provinciale, una piccola riserva naturale dove le anatre sono inserite nel loro habitat naturale.

Il Germano reale è un anatide che usa frequentare anche piccoli torrenti nei pressi dei centri abitati o addirittura i corsi urbani dei fiumi. Ha imparato, se non disturbata, a convivere con l’uomo e scene di questo genere sono comuni in molte città italiane anche se in alcuni casi, come a Misano Adriatico (RN), si interviene con provvedimenti forse inopportuni, come quello di vietare la somministrazione del cibo.

Per i paperottoli di Meda, invece, tutto a posto. Grazie alla Polizia Provinciale potranno crescere tranquillamente e raggiungere così l’età utile ai primi tentativi di volo, che avverranno tra circa un mese.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO:

no images were found