cane con ciotola
GEAPRESS – A quanto sembra ormai da giorni sarebbero rimasti in assenza del proprietario ricoverato in ospedale. Nessuno, stante così le cose, accudiva più due cani e un numero imprecisato di pecore.

I fatti sono successi in provincia di Monza e Brianza ed a segnalare il tutto sono stati un gruppo di cittadini che si sono rivolti alla locale sezione ENPA.

Due volontari del nucleo antimaltrattamento, recatisi sul posto sabato 2 luglio, hanno così riferito di cani detenuti in “modo assolutamente non idoneo: entrambi erano legati alla catena, uno di loro deambulava a stento e non riusciva nemmeno a uscire dalla cuccia, era scheletrico e si presentava in pessime condizioni, con vaste zone sprovviste di pelo probabilmente per infestazione da pulci. Vicino a loro nessuna traccia di acqua né di cibo, i ripari di fortuna erano una casetta da bambini e una cuccia di cemento, entrambe esposte alle intemperie e in quel momento sotto il sole rovente”.

Il gregge era costituito da pecore e alcune capre, anch’esse prive di acqua e oltretutto senza un adeguato riparo.

L’ENPA provvedeva così a contattare dapprima la Polizia Locale che non è potuta intervenire per mancanza di personale, successivamente la centrale operativa ATS (Agenzia di Tutela della Salute, ex ASL) che una volta arrivata ha immediatamente posto sotto sequestro con denuncia penale dei due cani.

Per quanto riguarda gli altri animali l’ENPA precisa che all’arrivo del veterinario ATS erano liberi nel prato perché nel frattempo era arrivato del personale extracomunitario incaricato di gestire il gregge in sostituzione del proprietario. Attualmente sono in corso altre indagini per valutare il da farsi.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati