cane ipovedente
GEAPRESS – Un cane ferito alla zampa da una trappola per volpi. Questa la segnalazione circolata su facebook e subito ripresa dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane e dall’ENPA.

Sul posto, infatti, sono accorse le Guardie Zoofile di entrambe le associazioni. Il cane aveva ancora nella zampa il “laccio” del bracconiere. Nel frattempo sul luogo si sono radunate altre persone tra cui un appartenente al Corpo Forestale dello Stato non in servizio e una volontaria della sede OIPA di Pescara. Allertati sia il Corpo Forestale che l’ASL territorialemente competente si è provveduto a disporre per la cattura del povero cane. Questo, infatti, scappava ad ogni tentativo di essere avvicinato.

Il giorno dopo lo sfortunato meticcio di Australian Shepherd veniva condotto presso il canile sanitario al fine di ricevere le prime cure. Nel frattempo, il Corpo Forestale dello Stato e la Polizia Municipale hanno avviato le indagini per individuare chi aveva piazzato le numerose trappole presenti nel posto.

Il loro utilizzo, infatti, è del tutto illegale. Il cappio, stringendo nell’arto del malcapitato animale, può arrivare ad amputarlo.

Purtroppo, commenta la Lega Nazionale per la Difesa del Cane, nessuno ha reclamato la proprietà del meticcio accudito dalla stessa associazione. Per fortuna il cagnolone, che poi si è scoperto essere ipovedente, ha trovato rapidamente adozione in zona e ora vive sereno con una famiglia che si prenderà cura di lui per sempre.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati