capriolo salvataggio
GEAPRESS – Intervento, ieri pomeriggio, dei Vigili del Fuoco di Modena chiamati per salvare un capriolo caduto in un canale. La situazione, particolarmente complessa per la delicatezza dell’animale, ha però richiesto l’intervento del Centro Fauna Selvatica il Pettirosso .

Alcuni passanti, infatti, avevano visto un piccolo di capriolo arrancare nell’acqua gelida di un canale d’irrigazione in mezzo alla vegetazione. Argini troppo verticali ed in muratura. Impossibile, per il piccolo animale, potere uscire da quella trappola.

Arrivati sul posto sia i volontari del Pettirosso che i Vigili del Fuoco, è iniziata la ricerca del capriolo. Il piccolo, infatti, trascinato dalla corrente era sparito alla vista di chi aveva dato l’allarme. Vedendo poco più a valle una chiusa con una cascata di tre metri e le acque vorticose, si è pensato che  la morte del piccolo sarebbe stata certa. La perlustrazione del canale ha dato, però, i suoi frutti.

Il piccolo si è mostrato ad un volontario del Centro il Pettirosso il quale, vedendo il povero animale in evidente difficoltà ed ormai stremato,  si è lanciato in acqua  per catturarlo ed evitare così che venisse trascinato dalla corrente verso la cascata. Una cattura immediata, ancorché il piccolo si era avvicinato alla vegetazione nell’ultimo tentativo di salvare la vita. Un Vigile del Fuoco era  anch’esso nel canale aiutando, nell’acqua gelida, il volontario. Il piccolo  è stato così bendato al fine di ridurre lo stress e poterlo consegnare ai volontari ed ai Vigili rimasti sull’argine.

Il capriolo era in uno stato ipotermico che ha richiesto immediate cure.  Ora il caprioletto è in salvo grazie ai volontari del Pettirosso che ancora una volta hanno saputo risolvere la situazione in modo professionale e rapido. Una volta cresciuto presso il Centro, verrà liberato in un Parco Nazionale. Stesso destino per altri 30 caprioli ed una giovane cerva.

Il Centro opera sulla base di una convenzione con la Provincia di Modena per la Fauna Selvatica Ferita e in difficoltà, i numeri di emergenza sono 3398183676 – 3393535192 – 118.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati