cane padronale III
GEAPRESS – Venti cani avvelenati al Parco Sempione. E’ questa la stima circolata in queste ore in merito ad un avvelenamento di cani avvenuto nella più nota area verde milanese. Un numero che fa paura e che richiederebbe un immediato intervento, ad iniziare dall’applicazione dell’Ordinanza del Ministero della Salute che impone varie misure, tra le quali la bonifica e la tabellazione dell’area.

Per questo l’ENPA di Milano invita i cittadini i cui cani sono stati coinvolti nell’avvelenamento, a mettersi in contatto con i proprio volontari. “Presso la nostra sede  – riferisce a GeaPress Ermanno Giudici, presidente dell’ENPA di Milano  – non è pervenuta finora alcuna segnalazione di avvelenamenti. Nel caso, considerato anche l’elevato numero di cani che si è detto essere stati coinvolti, abbiamo bisogno di quante più informazioni possibili al fine di attivare i precisi protocolli stabiliti dal Ministero della Salute“.

Fino ad ora non è chiaro quanti cani sono stati realmente coinvolti nel denunciato avvelenamento. Nulla si sa sull’ agente tossico nel caso utilizzato. Di certo il Parco Sempione è uno dei luoghi più noti di Milano e molto amato anche per le passeggiate con gli amici a quattro zampe.

Dunque chi è a conoscenza dell’avvelenamento di cani, è invitato  a mettersi in contatto con l’ENPA di Milano. Precise disposizioni ministeriali stabiliscono cosa fare in questi casi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati