GEAPRESS – Complicato intervento di recupero, stamani a Milano, di un gattino intrappolato nel vano motore di un’automobile. La segnalazione è pervenuta ai volontari dell’ENPA da via Gimignano, verso la periferia ovest del capoluogo lombardo.

Un incidente solito, ma che ha in questo caso richiesto, un impegno di certo imprevisto. Dopo l’arrivo dei volontari si è, infatti, reso necessario rintracciare il proprietario che si è reso subito disponibile all’apertura del mezzo e partecipare alla ricerche. Del gattino, però, arrivavano solo i lamenti. In nessuna delle parti meccaniche accessibili, era possibile infatti osservarlo. Indispensabile a questo punto l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno provveduto a sollevare l’automobile con una gru. Niente da fare, anche in questo caso, del recupero del micetto neanche a parlarne. Infine la decisione inevitabile. Smontare alcune parti meccaniche. Solo in tale maniera è stato possibile individuare il piccolo micio nero che nel frattempo aveva di certo vissuto momenti di grande paura oltre che il caldo del sole ormai quasi estivo di Milano.

Purtroppo in molti casi, riferiscono dall’ENPA di Milano che ha subito provveduto al ricovero del gatto, il proprietario può anche non accorgersi della presenza del micetto. La fine, in questi casi, è tremenda.

“In molte occasioni ENPA interviene per salvare gattini che si nascondono nei vani auto, probabilmente perché quando sono ancora molto piccoli e spaventati lo vedono come un ottimo rifugio oppure, in inverno, come un luogo caldo in cui ripararsi dai rigori del freddo” spiega Ermanno Giudici presidente ENPA di Milano. In alcuni casi, poi, il gatto rischia vere e proprie ustioni se troppo vicino al vano motore o ad altre parti surriscaldate del mezzo.

Quando ci accorgiamo della presenza del gatto – ha aggiunto il Presidente ENPA di Milano – è importante posizionare un cartello sull’auto e contattare il nostro servizio di soccorso ed avere così il supporto necessario anche per rintracciare il proprietario”.

Intanto per il gattino di via Gimignano, il peggio è passato. Visitato dai veterinari è risultato essere in ottime condizioni e tra poco sarà adottabile.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati