GEAPRESS – Era stato gettato, assieme alla madre ed ai tre fratellini, dentro il contenitore della carta. Passato il camion all’AMSA di Milano, tutti i micini stavano per finire sotto la pressa del compattatore. Solo in quel momento si è potuto evitare il peggio. Allo svuotamento del contenitore, infatti, il gatto adulto è fuggito via. L’operatore ha così subito bloccato la pressa accorgendosi che tra i cartoni vi erano quattro micetti. Tre, purtroppo, erano già morti.

L’operatore ha provveduto alle prime cure, ma il micetto di alimentarsi proprio non ne voleva sapere. Portato ieri sera alla sede ENPA di Milano, il gattino, dopo infine premure, ha iniziato ad alimentarsi solo nella notte. Le sue condizioni sembrano ora migliorare.

Nel 2011 sono stati circa una quarantina i gattini consegnati all’ENPA o soccorsi e successivamente svezzati dai nostri volontari” spiega Ermanno Giudici Presidente ENPA Milano “e soltanto grazie anche a meritevoli iniziative, come quella proposta dall’azienda ESAU’, è possibile per ENPA continuare a garantire servizi come questo“.

Più volte l’ENPA di Milano ha sottolineato le disattenzioni di chi per legge è preposto alla cura degli animali bisognosi. Comune e Provincia in modo particolare. A volte intervengono in aiuto le aziende private come la ESAU’ che stasera presso lo showroom di via Alessandria 5 devolverà parte del ricavato della vendita promozionale dei propri prodotti, ovvero costumi da bagno, per sostenere le attività di pronto soccorso e cura degli animali. Solo nel 2011, per l’ENPA di Milano, sono stati quasi 1.900. Dal cervo recuperato nel Naviglio fino al piccolo pipistrello.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati